Carteggi di Cristina

Le lettere sono una delle fonti principali per la conoscenza di un personaggio storico.

Purtroppo la corrispondenza della principessa non è mai stata completamente raccolta anche se sono stati fatti diversi articoli ed alcune pubblicazioni relative ad un paio di amici. Da parecchi anni sto lavorando ad un indice ed alla trascrizione di tutte le lettere citate nei libri e delle altre ancora inedite.
Moltissime lettere a lei restituite dai destinatari sono state distrutte dopo la sua morte. Una grande parte è stata trafugata pochi anni dopo ed è probabilmente finita in America, almeno secondo alcune note che ho trovate tra le carte del suo maggior biografo dei primi del 900.
Molte sono sparse tra gli archivi milanesi, fiorentini e parigini e molte altre sono in archivi di grandi collezionisti italiani e francesi, pubblici o ancora inaccessibili.
Altre ancora sono presso gli eredi, ormai quasi introvabili dopo più di 5 generazioni.

Da molti anni le sto inseguendo, catalogandone quasi un migliaio e trascrivendone parecchie centinaia. Sono sicuramente una piccolissima parte di quelle scritte, ma sono un patrimonio. Per questo lavoro devo ringraziare persone gentili, e arrabbiarmi con altre poco disponibili.

Purtroppo l’iniziativa personale non è spesso capita o accettata, per cui mi è stato negato o reso difficile l’accesso perchè non avevo il titolo o la presentazione opportuna. Mi sono poi scontrato con l’assenza totale di indici per cui il tempo necessario è aumentato notevolmente. Nel caso di archivi lontano da Milano ( dove vivo) i costi hanno reso il lavoro impraticabile. A volte la posta e la copia digitale hanno ovviato alla distanza, ma l’alto prezzo della procedura ha ugualmente inciso. La ricerca è stata lunga e non è ancora finita. Posso sicuramemte dire che è stata affascinante poichè mi ha portato in luoghi interessanti e mi ha fatto conoscere persone che altrimenti non avrei mai incontrato. iporto qui di seguito i maggiori articoli e libri in cui è possibile trovare molte lettere della Principessa ed alcune volte anche seguire il lento dialogo con la controparte.

 

Alcuni anni fa ho ritrovato diverse lettere inedite di Cristina pubblicate negli anni intorno al 1850 su un giornale americano. Parlano di politica internazionale, della cultura turca e delle sue avventure. Anche se simili nel contenuto, sono differenti dalle storie pubblicate nella Revue des deux Mondes.
Nei primi mesi del 2011 e’ stata pubblicata una selezione sulla rivista “Storia in Lombardia”.
“«Memorie di un esule». Gli articoli di Cristina di Belgiojoso su un giornale americano.” di Sandro Fortunati.
Prossimamente ne riproporro’ la trascrizione su questo sito.

Aprile 1940, Revue des Deux Mondes : Lettres (1837-1840) Franz Liszt – P.esse De Belgiojoso

Nei due articoli seguenti tratti dalla Rassegna storica del risorgimento si possono trovare le trascrizioni di alcune lettere di Cristina
Emilia Regis – Alcune lettere inedite di G.Mazzini e di Cristina di Belgioioso ad un trentino ( Lorenzo Festi )

Mario Battistini – Una lettera inedita di Cristina di Belgioioso

A. Augustin-Thierry /La Princesse Belgiojoso /Librairie Plon, 1926
Ricordi dall’esilio /Edizioni Paoline, Cinisello Balsamo, 1978.
Aldobrandino Malvezzi de’ Medici / Cristina di Belgiojoso /3 vol, Fratelli Treves, Milano, 1936 e 1937
Incisa,Trivulzio /Cristina di Belgiojoso-La principessa romantica /Rusconi, Milano, 1984.

Join the discussion 5 Comments

  • Robert Rhodes Crout scrive:

    I have been looking for many years for the letters between Lafayette and Belgiojoso and have never located many of the letters quoted by Malvezzi in his work. I wonder if they still exist.

    • Sandro Fortunati scrive:

      Hello Robert, I know the location of thirtytwo letters of Lafayette to Cristina. I have never seen them but I trust they still exist. I can send you the location privately.
      Regards,

      Sandro.

  • David scrive:

    Dear Sandro, Thank you for this extraordinarily helpful site. I am currently researching Liszt’s incomplete opera _Sardanapalus_, which Belgiojoso championed between 1845-51, and for which she procured the Italian libretto. The published correspondence between them (very patchy and incomplete) indicates Liszt never knew the identity of the librettist / poet, who the princess describes as a recently released political prisoner. It may have been she herself, who wrote the libretto, but the correspondence indicates this is unlikely. Are there any letters of which you are aware that relate to this project? Best regards, David.

    • Sandro Fortunati scrive:

      Hello,
      The history of the libretto Sardanapale is very interesting. I never studied it in deep.
      To start, from the transcripts that I have of the letters between them, I can find seven where they talk about the opera.
      They are on 15/01/1849 – xx/10/1849 – xx/05/1849 – 24/05/1846 – 12/05/1846 – 08/01/1846 – 16/12/1845 .
      Do you have them? If not, I can send them to you.
      Regards,

      Sandro.

  • David scrive:

    Dear Sandro,

    With the exception of 51.1.1849, the dates I have are slightly different (2.4.1846 – 10.1846 – 14.4.46 – xx.5.1847), which might mean these are different, additional letters. If you could possibly send me images, I can take a look. It’s very kind of you to offer. Many thanks in advance! Regards, David.

Leave a Reply