Paolo Maspero

By 18 agosto 2016Amici

Paolo MasperoDottore della principessa dal 1841 fino alla sua morte nel 1871.

Nacque nel 1811. Si laureò in medicina nel 1836.
Compì i quattro anni d’assistentato nella clinica del prof. Del Chiappa, a Pavia, poi si recò come medico avventizio a Varese. Quando conobbe la principessa era il primo anno che esercitava liberamente.

Si sposò con Rosa Peracchini ed all’inizio del 1842 ebbe una figlia, Marina.
Era amico della famiglia Morosini, dei Dandolo e di Angelo Fava.

La principessa lo nominò suo medico particolare il 3 gennaio del 1845.
Abbiamo a disposizione molte lettere di Cristina al Maspero. Lui la seguì in particolare per tutti i problemi legati alla sua epilessia.

Grazie alla sua esperienza con la principessa, nel 1858 pubblicò anche un opera : “Della epilessia e del suo miglior modo di curarla” .

Era appassionato anche di letteratura greca e dopo vari anni di lavoro nel 1845 riuscì a tradurre direttamente dal greco l’Odissea di Omero. Ovviamente dedicò la traduzione a Cristina.

Nell’ottobre 1848 lo portò con sé a Parigi ma fu forse l’unico viaggio che fece con la principessa.

All’indomani della battaglia di Magenta, durante la seconda guerra d’indipendenza il 4 giugno del 1859, è a Milano ed offre al municipio i suoi servigi per curare i feriti. Viene posto a capo dell’ospedale di Sant’Angelo.

Nel 1884 pubblicò la traduzione di Sofocle, Edipo Re.

Il 17 luglio del 1887 diventò socio dell’istituto delle scienze e delle lettere di Milano.

Morì all’alba del 2 luglio del 1895

Leave a Reply