Category

news

Eventi estivi legati alla Principessa.

By news

A Locate potete vedere la mostra “Un percorso nella vita di Cristina di Belgiojoso” all’interno di Palazzo Trivulzio, che resterà aperta nei weekend estivi fino a settembre 2021.

La mostra sarà aperta da domenica 13 giugno e nei weekend successivi con i seguenti orari:

10:00 – 12:00
16:00 – 19:00

La mostra “narra” attraverso immagini e documenti la vita di Cristina, le sue opere e i luoghi da lei frequentati con l’intento di restituire il giusto riconoscimento a questa figura storica che per lungo periodo è passata sotto silenzio e che – solo negli ultimi decenni – è stata via via riscoperta, generando un rinnovato interesse per il personaggio di questa principessa lombarda, patriota, scrittrice e filantropa, che ancora oggi suscita curiosità, ammirazione e un apprezzamento mai riscontrati prima.

Per informazioni: biblioteca@comune.locateditriulzi.mi.it oppure 02-87212198

La statua in piazza Belgiojoso a Milano

By news

Riporto qui l’articolo del Corriere che annuncia la posa di una statua dedicata a Cristina. Il 15 Settembre 2021.

“Su 121 statue in città, nessuna finora è stata dedicata a una donna. Ora il cambio di passo. La posa il 15 settembre, il 5 luglio il via alle celebrazioni della nobile”

“A 150 anni dalla sua scomparsa, a questa eroina del passato e del futuro, modello di una femminilità moderna e coraggiosa, la Fondazione Brivio Sforza ha commissionato, con il patrocinio del Comune e in collaborazione con l’Impresa culturale creativa le Dimore del Quartetto, una statua in bronzo, grandezza naturale”

https://milano.corriere.it/notizie/…

Ovviamente mi compiaccio di questa decisione. Nel mio piccolo ho contribuito anch’io dando delle immagini di un busto non esposto. Speriamo che il viso sia venuto bene.

Note personali:

  1. Il ritratto di Cristina presente nell’articolo non è l’originale del Lehmann ma una copia. L’originale è molto più bello.
  2. Potevano evitare la frase “tanti amanti, un solo amore, lo storico François Mignet, figlio di un fabbro.” .
    Purtroppo un articolo del 1971 di Yvonne Kniebehler, in cui ha presupposto questa cosa, ha creato questo filone inarrestabile. Era una supposizione ( secondo me errata, tra l’altro) ed è diventata storia. Mi chiedo poi perché si debba sottolineare che abbia avuto degli amanti. E allora ? Qual è il risvolto storico della cosa ?